Veleggiata di Primavera

Dal 2009, ogni prima domenica di Maggio, lo spazio d’acqua antistante la città di Ancona si colora con le bandiere dell’AIL.

Grazie all’Assonautica di Ancona, la classica Veleggiata di Primavera è ormai diventata la Veleggiata della Solidarietà dedicata alla nostra Sezione.

Occasioni come queste rafforzano la consapevolezza dell’importanza di tali iniziative in cui i pazienti vengono coinvolti in prima persona.

La vela è certamente uno sport poco accessibile e poco noto per la sua grande complessità; a cominciare da un gergo di difficile comprensione.

E’ una pratica sportiva nella quale la necessità di adattamento risulta totale.

Le condizioni del mare, il vento, i repentini cambiamenti delle condizioni in cui ci si muove, necessitano sempre di una attenzione vigile da parte di tutti. Nell’assenza di artificio e nel silenzio che solo il mare oggigiorno sa regalare, i sensi devono acuirsi per percepire i mutamenti e per decidere come meglio adattarsi alla situazione. E’ quindi uno fra gli sport dove massimamente ci si può sentire vivi.

Crediamo fortemente che esperienze del genere possano essere un piccolo dono per tutte le persone che stanno lottando o hanno lottano contro malattie come quelle oncoematologiche.

Siamo ben consapevoli delle difficoltà a cui molti pazienti vanno incontro durante il lungo percorso per sconfiggere la malattia. Dei momenti di avversità apparentemente insuperabili e della gioia che una buona notizia sa portare con sé per poter continuare a lottare e a riconquistare la propria libertà. La vela sa incarnare questi valori, nella leggerezza dello sport certamente, e in un contesto di bellezza naturale che il mare sa donare.