Chi Siamo

La sezione di Ancona dell’AIL  è una delle 81 Sezioni Provinciali dell’AIL Nazionale. Nacque nella primavera del 1975 su ispirazione del Prof. Giuseppe Cardinali, Direttore della Clinica Oncologica, che ne divenne il coordinatore scientifico, mentre presidente fu eletta la signora Silvana Biondi Giardini. A questa nuova iniziativa giunsero subito numerose adesioni tra cui quelle di molti medici; il suo campo d’azione riguardava le province di Ancona, Macerata, Ascoli Piceno.

I primi anni di attività furono difficili, perché l’AIL non aveva ancora una vasta notorietà né a livello locale, né a livello nazionale, e poco rilevante o nullo era il supporto dei mass-media. Inoltre, poco dopo la sua fondazione, nel momento in cui cominciava a svolgere la sua importante funzione nel territorio, sia pure con mezzi finanziari ridottissimi, consistenti principalmente nelle quote associative e nelle generose offerte di amici e simpatizzanti, la sezione fu dolorosamente colpita dalla prematura scomparsa del suo principale animatore, il Prof. Cardinali. Tuttavia l’attività continuò grazie all’entusiasmo dei soci fondatori e alla competente direzione scientifica dapprima del Prof. Riccardo Cellerino e poi del prof. Giovanni Danieli. La raccolta fondi (poiché non esistevano ancora i grandi eventi nazionali) avveniva principalmente attraverso piccole manifestazioni cittadine come veglioni di Carnevale, pesche di beneficenza, eventi sportivi, concerti, spettacoli per lo più amatoriali. Ben presto ci fu la possibilità non solo di erogare dei contributi a pazienti sia della Clinica Medica dell’Ospedale Regionale, sia del Centro Oncologico, sia della Clinica e della Divisione Medica dell’ Ospedale Pediatrico “Salesi”, ma anche di dotare tali strutture di sofisticate apparecchiature per la diagnosi e la terapia dei tumori del sangue e di attrezzature assistenziali; di inviare con premi di studio giovani medici, infermieri e tecnici di laboratorio in alcuni centri italiani ed esteri per soggiorni di studio e di specializzazione; di organizzare manifestazioni culturali e scientifiche.

Grazie alle campagne nazionali, col tempo il nostro rapporto di collaborazione con la Clinica di Ematologia dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona e la Facoltà di Medicina dell’Università Politecnica delle Marche ha avuto modo di crescere sempre più. Infatti la nostra azione è sempre più volta ad aumentare le potenzialità dei locali Centri preposti alla diagnosi ed alla cura di malattie quali Leucemie, Linfomi e Mieloma e tutte le altre emopatie, nonché sostenere i pazienti che ne sono affetti.

Grazie alle tante persone che hanno creduto e credono in noi, abbiamo fatto tanta strada, ma non possiamo fermarci: dobbiamo, insieme a Voi, far sì che le malattie onco-ematologiche diventino tutte malattie guaribili!!!