Stelle di Natale


QUELLA BUONA STELLA PER NOI, PUOI ESSERE TU.

Nel lontano 1985 la dottoressa Rosalba Di Filippo Scali, Presidente della Sezione di Reggio Calabria, per raccogliere fondi destinati all’acquisto di alcuni macchinari, offrì alla cittadinanza le prime 500 Stelle di Natale. Visto il successo, dopo quattro anni (1989), l’iniziativa diventò nazionale estendendosi a tutte le Sezioni AIL.

Naturalmente anche la nostra Sezione di Ancona si mobilitò in tal senso. Anno dopo anno, grazie a tanti volontari e alla contemporaneità della manifestazione in tutta Italia, le nostre piante sono diventate sinonimo di SOLIDARIETÀ.

“IN VACANZA TRA LE STELLE”

Guardo su in cielo brillare le stelle
Le ammiro e penso a quanto sono belle
Ma le stelle più belle e che brillan di più
Ho la fortuna di averle quaggiù.
Stanno curando la mia malattia
Sono le stelle dell’Ematologia.
Hanno una luce meravigliosa
E con premura fanno ogni cosa
Poi con amore, bravura e costanza
Mi fanno sembrare di stare in vacanza.
E’ una vacanza particolare
Senza montagne, ne’ laghi, ne’ mare.
Ma è una vacanza davvero speciale
Perché son, tra le stelle, a guarire il mio male.

Il nostro Amico poeta parlando di Stelle si riferisce alle Persone che lavorano (a qualsiasi titolo) nell’Ematologia di Ancona, ma noi sappiamo che sono proprio le Stelle a contribuire in maniera sostanziale alla lotta contro le malattie onco-ematologiche!!!

La strada percorsa in questi anni di Stelle è stata tanta,
ma quella da fare è ancora moltissima!

Questo Natale c’è una maniera in più per sostenere la ricerca e l’assistenza ai pazienti ematologici.

Con una donazione minima di 15 euro si potranno ordinare i Sogni di cioccolato AIL, una confezione che racchiude 220 grammi di cioccolatini prodotti e confezionati per AIL da Venchi, azienda leader nel cioccolato di qualità. Ogni cioccolatino rappresenta il sogno di un paziente che rischia di essere spezzato da un tumore del sangue e che, grazie al sostegno di tutti e al lavoro costante di AIL, potrà realizzarsi.

L’AIL si impegna da 50 anni proprio per aiutare i malati ematologici a realizzare i loro desideri, finanziando la ricerca scientifica, sostenendo i reparti di Ematologia, permettendo ai pazienti di essere curati a domicilio o di essere ospitati gratuitamente nelle Case Alloggio durante il percorso di terapia. Ma per raggiungere nuovi ed importanti obiettivi c’è bisogno di continuare a sostenere l’Associazione.

“I considerevoli progressi registrati negli ultimi anni nella cura dei tumori del sangue costituiscono per AIL un motivo di soddisfazione e uno stimolo alla crescita costante. Quanto abbiamo fatto ci proietta nel futuro con consapevolezza ed orgoglio ma per continuare a crescere dobbiamo investire sempre di più nella realizzazione del sogno più importante di tutti i pazienti: un futuro libero dalla malattia”

Sergio Amadori – Presidente Nazionale AIL